IMPRENDO ANCH'IO

#Chi Siamo





Imprendo anch’io è uno strumento di orientamento rivolto all’aspirante imprenditore che viene accompagnato lungo tutte le fasi necessarie a costituire un’impresa. Ideato per il servizio sperimentale Sportello Impresa Lombardia della Camera di Commercio di Mantova, nasce nell’ambito del progetto Angeli Anti Burocrazia, ed è promosso da Regione Lombardia ed UnionCamere Lombardia in attuazione della Legge Reg. 11/2014 ‘’Supporto diretto alle imprese mediante azioni di semplificazione amministrativa’’.

Punti Nuova Impresa delle Camere di Commercio Lombarde

CCIAA Bergamo

 c/o Bergamo Sviluppo, via Zilioli, 2



 035/3888011



 pni@bg.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Brescia

 c/o CCIAA BS, via Einaudi, 23



 030/3725264/298



 pni@bs.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Como

 c/o Sviluppo Impresa, Via Parini, 16



 031/256379/384



 pni@co.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Cremona

 c/o ServImpresa, p.zza Stradivari, 5



 0372/490276/278



 pni@cr.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Lecco

 c/o CCIAA LC, via Tonale, 30



 0341/292212



 pni@lc.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Lodi

 c/o CCIAA LO, via Haussmann, 15



 0371/4505222/234



 promozione@lo.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Mantova

 c/o Sportello Impresa Lombardia, Largo Pradella, 1



 0376/234448 - prenotazione appuntamento



 pni@mn.camcom.it




PNI: Accedi al SIL

CCIAA Milano

 c/o Formaper, via Santa Marta, 18



 02/85155340



 formaper.pni@mi.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Monza e Brianza

 c/o Formaper, p.zza Cambiaghi, 5



 039/2807411



 formaper@mb.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Pavia

 c/o Pavia Sviluppo, via Mentana, 27



 0382/393235/271



 paviasviluppo@pv.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Sondrio

 c/o Ufficio Promozione CCIAA, Via Piazzi, 23



 0342/527226/236



 pni@so.camcom.it




PNI: Accedi al sito

CCIAA Varese

 c/o CCIAA VA, p.zza Monte Grappa, 5



 0332/295361



 pni@va.camcom.it




PNI: Accedi al sito

Quale attività?   

Codice Ateco
Per aprire un'attività dovrai individuare il CODICE ATECO che corrisponde alla tua attività!
L’ATECO è un codice identificativo che classifica l’attività esercitata dalle imprese e ne contiene la descrizione. Il codice è indispensabile nel rapporto con le Pubbliche Amministrazioni per le fasi di registrazione e compilazione delle modulistiche (Ad es. Apertura partita IVA, iscrizione RI, iscrizione INPS, SCIA da inviare al SUAP).
Per saperne di più visita questo sito
  • Agricoltura, silvicoltura, pesca
  • Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • Commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli
  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
  • Estrazione di minerali da cave e miniere
  • Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • Trasporto e magazzinaggio
  • Attività finanziarie e assicurative
  • Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
  • Altre attività di servizi
  • Attività manifatturiere
  • Costruzioni
  • Attività dei servizi di alloggio e ristorazione
  • Attività immobiliari
  • Istruzione
  • Sanità e assistenza sociale

Requisiti necessari

Per aprire alcune attività è necessario essere in possesso di specifici requisiti:

Requisiti Professionali




I requisiti professionali più diffusi possono essere così generalizzati:

- Avere frequentato con esito positivo un corso professionale;

- Essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale;

- Avere esercitato in proprio attività d'impresa nel settore o avere prestato la propria opera presso tali imprese.
(Ad es. nelle attività di Acconciatore, Autoriparatore, Istallatore di impianti sono richiesti alcuni requisiti professionali).

Requisiti Morali




Per l’esercizio di determinate attività soggette a licenza o a iscrizione in albi registri o ruoli, oppure a presentazione della Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) al SUAP è necessario possedere dei "requisiti morali".
Essi sono: i requisiti antimafia (assenza di provvedimenti di cui all’art. 67 del d. lgs. n.159 del 2011 «codice antimafia») ed eventuali altri requisiti di onorabilità indicati nelle leggi che disciplinano i differenti settori.
Per saperne di più

Requisiti di capacità economico-finanziaria




Sono requisiti espressamente previsti in capo all’impresa, come: il possesso di un determinato capitale sociale, l’apertura di un deposito cauzionale o polizza fidejussoria, la regolare applicazione dei CC.NN.LL. del settore, a garanzia dell’assolvimento delle obbligazioni assunte nello svolgimento dell’attività o della regolare assunzione di personale dipendente (ad es.: attività di spedizioniere, attività di pulizia, ecc..).

Iscrizioni


a registri, albi, ruoli ed elenchi

In riferimento ad alcune specifiche attività, è prevista l’iscrizione a registri, albi, ruoli ed elenchi, diretta ad assicurare una importante funzione di pubblicità.
In alcune ipotesi, gli Enti competenti sono chiamati ad effettuare la verifica della legittimazione dei soggetti esercenti a svolgere l’attività, a controllare l’etica professionale degli iscritti, a comunicare provvedimenti disciplinari (es.: Albo nazionale gestori ambientali).
In altri casi, le funzioni degli Enti competenti alla tenuta si esauriscono nella custodia del registro che ha natura sostanzialmente anagrafica.

Business plan

Il business plan è un documento finalizzato alla pianificazione complessiva dell'idea imprenditoriale, che mira all'individuazione e al potenziamento dell'interrelazione tra competenze tecniche, capacità organizzative e risorse a disposizione.
Il business plan deve essere

  • Comprensibile
  • Sintetico
  • Credibile
  • Dinamico
  • Flessibile

Forma Giuridica

Al fine di scegliere la forma giuridica più adatta alle esigenze alla propria attività, è importante conoscere ed approfondire gli elementi distintivi delle diverse forme previste. La scelta, infatti, andrà ad incidere sull'impatto fiscale, sui costi fissi annui, sulle responsabilità per l'imprenditore e/o sugli eventuali soci.
IMPRESA INDIVIDUALE

La forma più semplice e meno onerosa.
Vantaggi: Rapidità delle tempistiche e nessuna spesa per la costituzione; semplice tenuta della contabilità aziendale e minori costi di gestione; accentramento decisionale dell’imprenditore; assenza dell’obbligo di redigere il bilancio a fine anno.

SOCIETÀ DI PERSONE

Caratterizzate dalla prevalenza dell'elemento soggettivo, rispetto all'elemento del capitale.
Vantaggi: Spese ridotte per la costituzione; organizzazione e gestione non complessa; capitale minimo non richiesto; assenza di obbligo di bilancio.

SOCIETÀ DI CAPITALI

Prevalenza dell'elemento del capitale, rispetto a quello soggettivo.
Vantaggi: Apporto di capitale ed esperienza da parte di più persone; responsabilità limitata dei soci; in caso di insolvenze il fallimento non riguarda i singoli soci, ma solo la società; l'amministrazione può essere affidata a soci o a terzi.

Regime Fiscale

Il regime fiscale applicabile all'impresa rimane strettamente correlato alla forma giuridica assunta. Per avere più informazioni su quale imposta si applica alla tua attività, chiedi una assistenza specialistica.
Le imposte - appartenenti al sistema fiscale nazionale da cui derivano i principali adempimenti fiscali a carico dell'impresa, sia essa costituita in forma individuale o societaria - sono:

Imposta
sul valore aggiunto

Imposta
sul reddito delle persone fisiche

Imposta
sul reddito delle società

Imposta regionale
sulle Attività Produttive

Procedure amministrative

La procedura telematica ComUnica consente di eseguire simultaneamente tutti gli adempimenti connessi alla fase costitutiva dell'impresa. Le pubbliche amministrazioni a cui è possibile inviare la pratica telematica sono: Camera di Commercio, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL e Sportello Unico per le Attività Produttive.
Segnalazione certificata di inizio attività

La SCIA consente all'impresa di comunicare allo Sportello Unico per le Attività Produttive l'avvio di una Attività Produttiva (artigianale, commerciale, industriale), senza dover più attendere i tempi e l'esecuzione di verifiche/controlli preliminari da parte della PA. Essa produce effetti immediati.


Esiti

Le amministrazioni comunicano alla casella dell'impresa gli esiti delle registrazioni nei propri archivi. Le comunicazioni dell’Agenzia delle entrate vengono trasmesse alla CCIAA, specificando sia l’avvenuta ricezione dei dati trasmessi sia l’esito positivo o negativo del procedimento (e, in questo caso, il motivo di rifiuto). E’ quindi l’ufficio R.I. ad inviare alla casella PEC indicata dall’impresa nella ComUnica la ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della dichiarazione e l’esito pervenuto dall’Agenzia delle Entrate.
Esito Registro Imprese:
ricevuta firmata digitalmente
dal conservatore
Esito Agenzia delle Entrate:
attribuzione numero
partita IVA
Esito SCIA:
ricevuta di
avvenuta consegna
Esito INPS:
apertura
posizione contributiva
Esito INAIL:
iscrizione all'assicurazione
contro gli infortuni sul lavoro